Cento passi, torna il ristorante alla Festa de l’Unità: parte del coperto andrà a Mediterranea

Dal 30 agosto al 23 settembre Libera Bologna sarà alla Festa de l’Unità di Bologna, al Parco Nord, con il ristorante Cento Passi, gestito insieme al PD San Lazzaro di Savena e al Centrosinistra unito di San Lazzaro. Un ristorante con i prodotti di Libera Terra, frutto del lavoro nei beni confiscati alle mafie, e riempito con i temi che Libera porta avanti durante l’anno: una lotta alle mafie fatta di legalità democratica e giustizia sociale. Lotta che sempre più negli ultimi mesi si è incrociata con una battaglia per i diritti delle persone, a partire da quelli dei migranti che fuggono dalla povertà, dai disastri ambientali, dai conflitti e dalle guerre e attraversano in mare per cercare libertà e dignità.

Lo stiamo vedendo anche in queste ore, con le navi che hanno salvato migranti ancora in attesa di far sbarcare le centinaia di persone a bordo. Non dare loro un porto sicuro è frutto di politiche disumane. Di una politica che non è la nostra: l’immigrazione non può essere reato perché non può essere reato la speranza delle persone.

Quest’anno, quindi, una parte del coperto del ristorante Cento Passi – che viene dato a Libera Bologna – verrà donato a Mediterranea Saving Humans, che da mesi salva migranti in mare, scavalcando decreti crudeli e feroci e seguendo solo la legge del mare, che è anche la nostra: salvare vite non può essere un reato.

🛶
Vuoi aiutarci? Scrivi a segreteria.bologna@libera.itù

Post Author: liberabologna

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *