PRIMO PIANO

Arriva a Bologna la scuola di monitoraggio dei fondi del PNRR, contro le infiltrazioni mafiose e criminali: due giorni, il 9 e il 10 settembre, tra laboratori, dibattiti e analisi.

Venerdì 9 e sabato 10 settembre, Villa Celestina-bene confiscato, torna ad aprire i suoi cancelli alla cittadinanza per la scuola di monitoraggio sui progetti stanziati sul territorio bolognese finanziati dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, organizzata da Libera Bologna e dal settore anticorruzione civica di Libera e del Gruppo Abele. Il focus del percorso formativo e partecipativo è quello di creare una comunità attenta nel contrasto alle mafie, munita di strumenti concreti per riconoscere ed evitare le infiltrazioni mafiose nell’assegnazione e implementazione dei progetti.

Parte l’osservatorio civico sui fondi del PNRR: Libera Bologna, Period Think Tank e Legambiente Bologna insieme per monitorare i soldi in arrivo sul territorio

L’osservatorio nasce con lo scopo di monitorare l’utilizzo dei fondi e l’impatto dei progetti sulla comunità, in particolare in termini di parità di genere, impatto ambientale, legalità e contrasto delle mafie. Parte fondamentale del lavoro di verifica sarà sui contratti di subappalto e sui fornitori, fondamentale per prevenire le infiltrazioni mafiose e facilitato dalla delibera del Comune di Bologna che ci permette accesso ai dati interessati.

Al via al Pilastro il progetto “Rider di comunità”

Il progetto di Libera Bologna in collaborazione con la Cooperativa sociale La Formica partirà dall’8 giugno: ogni mercoledì grazie al lavoro di un animatore, si uniranno consegne etiche e animazioni di comunità