LIBERA TERRA

Libera Terra nasce con l’obiettivo di valorizzare territori stupendi ma difficili, partendo dal recupero sociale e produttivo dei beni liberati dalle mafie per ottenere prodotti di alta qualità attraverso metodi rispettosi dell’ambiente e della dignità della persona. Inoltre, svolge un ruolo attivo sul territorio, coinvolgendo altri produttori che condividono gli stessi principi e promuovendo la coltivazione biologica dei terreni.

La mission del progetto Libera Terra è dare dignità ai territori caratterizzati da una forte presenza mafiosa, attraverso la creazione di aziende cooperative autonome, autosufficienti, durature, in grado di dare lavoro, creare indotto positivo e proporre un sistema economico virtuoso, basato sulla legalità, sulla giustizia sociale e sul mercato.

Per sostenere il progetto Libera Bologna organizza eventi e banchetti coi prodotti provenienti dalle cooperative che gestiscono i beni confiscati.

Prossimamente potrete trovare i prodotti di Libera Terra ai nostri banchetti presso:

  • la Casa della Conoscenza di Casalecchio di Reno (Bo) durante la XIII edizione di Politicamente Scorretto sabato 25 novembre dalle 10 alle 20 e domenica 26 dalle 10 alle 13.
  • a FILI Festival dell’Informazione Libera e dell’Impegno: –  mercoledì 29 novembre alle ore 21 presso la Sala Tassinari, Palazzo d’Accursio, piazza Maggiore, 6, in occasione del dibattito “Le mafie a tavola. Le infiltrazioni nella filiera agroalimentare”; – giovedì 30 novembre alle ore 18 presso il Mercato Sonato, via Tartini, 3, in occasione dell’incontro “Dalla lotta alle mafie alla giustizia sociale”;  – giovedì 30 novembre alle ore 20 presso il circolo Arci La Fattoria, via Pirandello, 6 in occasione della cena di finanziamento per il progetto “Dalla confisca all’accoglienza. Quando un bene sottratto alla mafia diventa un’arca per richiedenti asilo”.